Controlla la tua energia con Nauli…

E’ un esercizio di purificazione, massaggia l’intestino favorendo così l’evacuazione, tonifica il fegato e contribuisce a migliorare la digestione: questa posizione YOGA agevola il controllo dell’energia o prana nell’addome spostandola da destra a sinistra e viceversa come una barca sospinta dal mare in tempesta.
I suoi effetti sono particolarmente evidenti nel sistema digestivo ed escretore: è particolarmente utile per sbarazzarsi di problemi come costipazione, indigestione, diarrea nervosa, iperacidità, gonfiore, depressione, disordini riproduttivi e urogenitali, stati di pigrizia, noia, mancanza di energia e di disturbi dell’umore.
Con questa pratica si è in grado di controllare l’appetito e i desideri sessuali, rafforzando la nostra forza di volontà.
 
Non tutti, però, possono praticare Nauli: non possono praticarla coloro che sono affetti da malattie cardiache, ipertensione, ernia, ulcere gastriche e duodenali, e coloro che stanno riabilitando la propria salute dopo aver subito lesioni interne o interventi chirurgici all’addome
 
Ecco come si esegue:
Ci posizioniamo in piedi con i piedi paralleli tra loro alla larghezza delle anche. Ci pieghiamo leggermente in avanti e portiamo le mani sulle cosce.
Espirando svuotiamo completamente i polmoni e, trattenendo il fiato, tiriamo la parete dell’addome verso l’interno più che puoi (uddyiana bandha).
Poi spingiamo nuovamente l’addome verso l’esterno, cercando di isolare il pilastro dei muscoli centrali.
Continuiamo a fare questi movimenti in successione per almeno una decina di volte trattenendo il respiro, pompando l’addome verso l’interno e l’esterno. Inspiriamo solo alla fine.
 

DISBIOSI: COS’E’ E COME CURARLA – dott.ssa Balasini Giulia

Per “disbiosi” s’intende un’alterazione patologica della vita dei microrganismi intestinali. Nel nostro intestino vivono miliardi di microrganismi fondamentali per la nostra salute in quanto favoriscono la digestione degli zuccheri e delle proteine e demoliscono la bile.

Nelle persone sane la flora intestinale agisce fisiologicamente in simbiosi con l’organismo; se si genera una rottura di questo equilibrio, si parla di disbiosi e la flora batterica intestinale risulta anormale per qualità e quantità. L’intestino, infatti, dovrebbe mantenere l’85% di batteri acidophilus e il 15% di bacillus coli o altri gasogeni.

In caso di disbiosi questo equilibrio viene a mancare.

Un programma di disintossicazione intestinale può in questo senso essere utile per aiutare l’organismo nei suoi naturali processi di depurazione ed escrezione e, prevenire quindi tale patologia. Il programma di disintossicazione può essere eseguito assumendo perossido di magnesio che, a contatto con la mucosa intestinale sprigiona ossigeno e richiama acqua causando una sorta di lavaggio intestinale naturale. L’effetto, oltre a quello di un’aumentata e facilitata evacuazione, è quello di causare una parziale distruzione della flora batterica dannosa. Per questo motivo, si consiglia l’assunzione di probiotici e prebiotici per almeno un mese dopo il trattamento.

I probiotici sono microrganismi che una volta ingeriti sopravvivono all’acidità dello stomaco, ed arrivati nell’intestino si stabilizzano portando benefici per chi li ospita. I prebiotici sono invece alimenti di origine vegetale che non possono essere assorbiti dall’organismo ma che vengono digeriti dalla flora intestinale, aiutandola a proliferare.

Poiché comunque, una volta interrotta l’assunzione di probiotici e prebiotici, la flora intestinale tende a tornare com’era, la regola fondamentale resta sempre quella di adottare una corretta alimentazione e svolgere una costante e regolare attività fisica. Un’alimentazione con troppi zuccheri, alcool, caffè, l’assunzione di medicinali, situazioni di stress e conflitto emotivo possono, infatti, alterare la flora intestinale.

Il principio è sempre lo stesso: una corretta alimentazione, il giusto quantitativo di fibre associato ad una costante attività fisica, possibilmente svolta all’aria aperta, sono le regole basi per mantenere in salute non solo il nostro intestino ma, noi stessi.

Dott.ssa Balasini Giulia, Nutrizionistra.

Tutte le informazioni che sono contenute nel Sito sono pubblicate a scopo esclusivamente informativo, senza che per questo motivo possano sostituirsi o integrare la diagnosi necessariamente svolta dal medico.

Item added to cart.
0 items - 0,00
Open chat
Powered by